Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito utilizza cookies propri per migliorare la tua esperienza di navigazione.
Per maggiori informazioni visualizza le condizioni di utilizzo dei cookies.
Cliccando su OK, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookies.

Covid-19: novità e aggiornamenti per la professione e i cittadini

Si pubblica di seguito la lettera inviata ai Direttori Generali delle Aziende Sanitarie e degli IRCCS della Regione per sollecitare la ripresa dei tirocini professionalizzanti e di specializzazione.

Clicca qui per leggere la lettera.

 

L'epidemia di COVID-19 in Italia sta imponendo un enorme carico di lavoro e oneri emotivi agli operatori sanitari in prima linea nella lotta contro l'epidemia fin dagli inizi dell'emergenza sanitaria. La letteratura sullo stress lavorativo conferma la presenza di fattori di rischio psicosociale nel settore sanitario collegati alle condizioni di lavoro, sicurezza e salute del personale, fattori che l'emergenza sta certamente amplificando.

Lo stress psicologico e fisico degli operatori sanitari potrebbe anche venire amplificato dall'isolamento sociale, derivante dal distanziamento sociale, dalle misure di quarantena e dalla mancanza di sostegno familiare. Di conseguenza, essi potrebbero provare sentimenti di rabbia, ostilità e frustrazione, provare sintomi di depressione o ansia accompagnati da disturbi fisici e del sonno.

Patto di collaborazione tra le Società Scientifiche di area psicologica e Ordine nazionale degli Psicologi per contribuire alla ripartenza e alle necessità della Fase 2

Le 24 Società Scientifiche di area psicologica – iscritte nell’elenco delle Associazioni Scientifiche presso il Ministero della Salute ai sensi della legge 24/17 – e facenti parte della “Consulta nazionale” promossa dall’Ordine nazionale degli Psicologi hanno stilato un patto di collaborazione per assicurare il loro contributo al Paese nella ripresa post Fase 1.

Il presidente del CNOP Lazzari ha incontrato il Ministro del Lavoro Nunzia Catalfo e i funzionari del Ministero nell’ambito di una videoconferenza che ha visto la presenza dei presidenti degli Ordini professionali italiani riuniti nel Comitato Unitario delle Professioni (CUP).

E’ stata espressa una posizione unitaria da parte degli Ordini sulla necessità di assicurare un adeguato supporto economico ai professionisti, in molti casi duramente colpiti dalla crisi Covid nella loro capacità di produrre reddito.

L'emergenza legata alla diffusione del virus Covid-19 sta esponendo il personale sanitario a un crescente sovraccarico emotivo e fisico. Per salvaguardare il benessere degli operatori, Inail e CNOP promuovono una procedura nazionale per l'attivazione di servizi di supporto psicologico sul territorio.

Pubblichiamo di seguito il link al tutorial per la gestione dello stress e la prevenzione del burnout per operatori sanitari realizzato e disponibile sul sito dell'Inail.

 

Come gran parte delle attività professionali in campo psicologico anche quelle in ambito giuridico si trovano a trovare nuove soluzioni in relazione all’emergenza Covid.

Da questo punto di vista il CNOP sottolinea l’importanza che tali attività possano svolgersi con la continuità e regolarità consentita dalle norme emanate per l’emergenza, in relazione all’importante e delicato compito che svolgono i professionisti psicologi in campo giuridico e forense.

Si invitano gli iscritti interessati a leggere le raccomandazioni ed i consigli redatti dal CNOP.