Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito utilizza cookies propri e di terze parti per migliorare la tua esperienza di navigazione.
Per maggiori informazioni visualizza le condizioni di utilizzo dei cookies.
Cliccando su OK, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Novità per i professionisti che emettono fatture per prestazioni non sanitarie soggette ad IVA nei confronti della Pubblica Amministrazione. 

A seguito della pubblicazione del D.L. n. 87/2018 (cd. “Decreto dignità”) sulla Gazzetta Ufficiale n. 161 dd. 13.07.2018, il meccanismo dello split payment (scissione dei pagamenti) non trova più applicazione per le parcelle emesse successivamente al 14 luglio 2018 da parte di professionisti e associazioni tra professionisti, i cui compensi sono assoggettati a ritenute alla fonte a titolo di imposta sul reddito ovvero a ritenuta a titolo di acconto ex art. 25 D.P.R. 600/1973.

Rimane fermo l'obbligo della Fatturazione Elettronica.