Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito utilizza cookies propri e di terze parti per migliorare la tua esperienza di navigazione.
Per maggiori informazioni visualizza le condizioni di utilizzo dei cookies.
Cliccando su OK, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Con l’approvazione definitiva della legge di conversione del D.L. n. 119/2018 è stato previsto l’esonero dall’obbligo di fatturazione elettronica, per il solo periodo d'imposta 2019, per i soggetti passivi IVA obbligati all'invio dei dati al Sistema Tessera Sanitaria (STS) tra cui gli iscritti all’albo professionale psicologi.

In pratica l'esonero di fatturazione elettronica interviene per il solo 2019 e solamente per quelle prestazioni professionali i cui dati devono venir inviati al STS. Nel caso in cui un paziente si opponga alla trasmissione dei suoi dati al sistema STS,  vige l'obbligo di fatturazione elettronica per quella prestazione. 

Rimangono invece soggette a fatturazione elettronica le prestazioni svolte nei confronti di:

  • pazienti che non rilasciano autorizzazione alla comunicazione dati al Sistema Tessera Sanitaria
  • tutti i soggetti passivi diversi dai privati
  • tutte le pubbliche amministrazione e soggetti assimilati

Segnaliamo che per quelle prestazioni esonerate dall'obbligo è comunque permesso al professionista l’emissione della fattura elettronica, su base facoltativa.

Per i soggetti esonerati dall’invio delle fatture elettroniche (parcelle emesse) rimane comunque l’obbligo, per le fatture di acquisto, di conservazione elettronica sostitutiva.