Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito utilizza cookies propri e di terze parti per migliorare la tua esperienza di navigazione.
Per maggiori informazioni visualizza le condizioni di utilizzo dei cookies.
Cliccando su OK, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

L’Università Sapienza di Roma, all’interno del lavoro clinico e di ricerca della cattedra di Psicopatologia dello sviluppo, della Facoltà di Medicina e Psicologia,  sta portando avanti una ricerca sullo sviluppo della personalità nei bambini.

La personalità è un costrutto complesso che racchiude l'insieme delle caratteristiche di pensiero, sentimento, motivazione e comportamento che definiscono il nucleo delle differenze individuali. L’indagine su tale costrutto si è sempre rivolta all’adulto e ai disturbi che si manifestano in questa età. Di fatto, si è sempre ritenuto che i bambini, essendo ancora nel pieno dello sviluppo, non mostrassero tratti stabili clinicamente rilevanti che potessero essere oggetto di studio. Questo è in parte vero; tuttavia, nella letteratura scientifica più recente ci sono studi sempre più numerosi e evidenze empiriche consistenti che affermano come specifici pattern emergenti di personalità sia adattivi che disadattavi siano rilevabili precocemente.

Scopo della ricerca è verificare l’esistenza di pattern emergenti di personalità infantile e valutare le possibili traiettorie evolutive di questi pattern. Per farlo stiamo validando uno strumento Q-Sort che permette di valutare la personalità nella fascia di età che va dai 5 agli 11 anni. Gli Strumenti utilizzati oltre quello in corso di validazione sono: CPNI (Coolidge Personality and Neuropsychological Inventory for Children, 2005), CBCL (Achenbach, Rescorla, 2001) e PDC-C Psychodiagnostic Chart – Bambini, contenuta nel PDM-2 (Lingiardi e McWilliams, 2017).

La compilazione degli strumenti viene effettuata da psicologi e/o psicoterapeuti esperti di età evolutiva che sulla base delle loro conoscenze di un paziente specifico, che risponde a determinati criteri di inclusione, devono compilare gli strumenti. I pazienti non sono coinvolti in nessun modo direttamente.

Il protocollo di ricerca è stato approvato dal comitato etico del Dipartimento di Psicologia Dinamica e Clinica della Facoltà di Medicina e Psicologia.

Il gruppo di ricerca è composto dal Dott. Fortunato, dalla Prof.ssa Speranza, dalla Dott.ssa Tanzilli e dal Prof. Lingiardi.

Sarà possibile avere una restituzione sui dati generali della ricerca sia in termini di caratteristiche generali e psicometriche dello strumento che rispetto al funzionamento della personalità infantile.

Per poter partecipare basta accedere al link: https://goo.gl/forms/IevHV6PzCJUZuSg22 dove si trovano tutte le istruzioni necessarie alla compilazione degli strumenti.

Per informazioni si può scrivere al Dott. Fortunato all’indirizzo: