Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito utilizza cookies propri e di terze parti per migliorare la tua esperienza di navigazione.
Per maggiori informazioni visualizza le condizioni di utilizzo dei cookies.
Cliccando su OK, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Si stanno profilando all'orizzonte una serie di momenti molto importanti per la professione. In tali circostanze tenersi in contatto è fondamentale. 

In questo periodo, per potervi aggiornare sulle novità riguardanti la comunità degli Psicologi, risulterà essenziale che l'Ordine possa inviarvi comunicazioni via email e PEC. 

Negli ultimi anni, infatti, la posta elettronica, per le sue caratteristiche di immediatezza, economicità e rispetto dell'ambiente, ha sostituito la tradizionale corrispondenza via posta. In tal senso è intervenuto anche il legislatore che, dal 2018, ha reso obbligatorio il possesso di una casella PEC per tutti i professionisti iscritti ad un Ordine. 

Vi chiediamo quindi, se non l'aveste ancora fatto, di voler attivare ed utilizzare la casella Pec che forniamo gratuitamente agli iscritti in modo da poter ricevere le comunicazioni istituzionali. Nel caso ne aveste bisogno vi spieghiamo come fare alla pagina Come fare per ... attivare ed utilizzate la casella PEC

Inoltre, poichè abbiamo riscontrato da parte di certe categorie di iscritti problematiche di ricezione delle newsletter dell'Ordine , ti chiediamo cortesemente:

- se siete dipendententi pubblici ed utilizzate normalmente le caselle email istituzionali, di voler comunicare direttamente nell'area riservata del sito dell'ordine un vostro indirizzo email alternativo dove poter inviare la corrispondenza cosiddetta ordinaria (molto spesso i sistemi informatici degli Enti Pubblici hanno dei filtri di protezione che impediscono la ricezione di mail con invio massivo come quella dell'Ordine)

- se  utilizzate una casella email gratuita, di controllare ogni tanto nella cartella della posta indesiderata che la corrispondenza ordinaria dell'Ordine, inviata necessariamente con sistemi massivi, non venga considerata spam dal vostro sistema informatico

- in ogni caso di far circolare la voce di questa comunicazione tra i colleghi. Questa newsletter, infatti, non potrà venir letta nè dai colleghi che utilizzano una email istituzionale nè da quelli il cui sistema informatico ritiene spazzatura gli invii massivi nè da quelli che non hanno fornito o aggiornato il loro indirizzo email. Collleghi che purtroppo rimarranno all'oscuro di questa importante informativa. 

Aiutateci a mantenervi informati e a mantenere informata la comunità di cui siete una parte importante!